Personal Branding con gli Eventi: cosa fare prima dell’Evento.

Nel post precedente, che ti invito a leggere prima di proseguire, abbiamo visto come un evento andrebbe sfruttato per potenziare il proprio Personal Branding e l’appeal commerciale nei momenti anche precedenti all’evento stesso ed in quelli successivi.

In questa “puntata”, entrerò nel dettaglio indicandoti cosa fare on-line nei mesi e nelle settimane che precedono un evento.

L’OBIETTIVO
L’obiettivo strategico è quello di aumentare la notorietà e l’autorevolezza nel target di riferimento con l’assunto che oggi il Personal Branding è fondamentale per raggiungere gli obiettivi commerciali.

Per raggiungere l’importante obiettivo strategico che ci siamo prefissati dobbiamo tenere bene a mente due punti essenziali:

  • non basta un solo evento
  • dobbiamo amplificare gli effetti di ogni singolo evento sia nello spazio che nel tempo.

 

L’ATTIVITA’ DA FARE
Partiamo dall’inizio, dal momento in cui è sorta l’idea di organizzare un evento ad esempio di cultura finanziaria.

Per prima cosa, tramite il blog e i Social Network con i quali interagisci con la tua community, farai un post dove indichi l’importanza della cultura finanziaria e la scelta di contribuire alla consapevolezza intorno all’argomento organizzando alcuni eventi formativi.


Dopo qualche giorno sempre, con lo strumento utilizzato precedentemente proporrai 3 o quattro titoli di eventi, lasciando che siano i tuoi clienti/prospect a decidere quale ha maggiore rilevanza per loro.

Fatto questo, nei mesi o nelle settimane successive ci saranno una serie di momenti in cui ti occuperai di organizzare l’evento stesso. Vediamone qualcuno:

  1. alcune sere sarai seduto alla scrivania a preparare le slide da proiettare;
  2. farai un sopralluogo per scegliere la location definitiva dell’evento;
  3. sceglierai il menu/servizio di catering per il rinfresco;
  4. sceglierai i gadget da distribuire;
  5. parlerai con il fotografo e il videomaker;
  6. parlerai con il grafico per le locandine o il materiale pubblicitario;
  7. preparerai gli inviti da mandare.

Tutti questi eventi dovranno essere documentati con foto o brevi video e comunicati via social/blog.

Non ti devi spaventare, non è nulla di difficile o che richieda attrezzature particolari.

Prendiamo ad esempio le serate in cui sarai seduto con il portatile a preparare le slide: sarà sufficiente che qualcuno ti faccia una foto con il cellulare riprendendoti davanti alle slide e scrivere quattro righe dove descrivi quello che stai facendo usando un tono di comunicazione coinvolgente.
Potresti semplicemente scrivere qualcosa come “stanco morto ma sono felice perché ho finito il capitolo sulla…

Quando fai il sopralluogo finale potresti scrivere qualcosa come “finalmente ho trovato la location giusta, sarà un evento splendido!”, accompagnato da qualche foto della location stessa

Quando parli con il fotografo (o il videomaker o altri collaboratori) potresti semplicemente raccontare che state discutendo su come riprendere la serata. Che sei contento di averlo ingaggiato perché è un fotografo che fa da vent’anni questo lavoro e mi sta dando tanti consigli, oppure che è un giovane veramente in gamba. Una foto di voi due sorridenti sarà sufficiente.

 

IN CONCLUSIONE
Ogni step deve essere documentato e comunicato.
Il tutto deve essere veicolato in ottica storytelling: immagina di dover creare un vero e proprio documentario sull’evento che stai organizzando diviso in diverse puntate per ogni “key moment”.